Fantasy

Saga Lux

La saga Lux di Jennifer L. Armentrout.

Katy e la madre si sono appena trasferiti dalla calda Florida al desolato West Virginia: per la protagonista tutto è nuovo, la scuola, il paesino… i vicini di casa: ono due fratelli, e mentre la ragazza risulta subito simpatica agli occhi di Katy, il suo gemello sembra odiarla. I loro genitori non si fanno mai vedere e in realtà ci dovrebbe essere un terzo gemello, ma è scomparso con la sua ragazza l’anno prima: tutto molto misterioso. Le cose vanno avanti tra litigi e sorrisi finché Kat, per forza di cose, scoprirà il loro segreto: sono degli alieni fatti di luce ospiti sulla Terra, e questo comporta un sacco di problemi con il governo americano e con gli Arum, i loro nemici naturali costituiti dal buio.

Non è una storia di fantascienza, anzi è un fantasy con la classica storia d’amore dietro la protagonista e l’alieno. I libri sono:

  1. Obsidian
  2. Onyx
  3. Opal
  4. Origin
  5. Opposition

+ Shadows (il prequel di Obsidian)

+ Oblivion I e II, rispettivamente Obsidian e Onyx dal punto di vista di Daemon

I primi sono belli, poi la storia si perde e si sfalda un po’, come succede spesso con le saghe. Non è scritto un granché bene, comunque a chi piacciono i fantasy con storie d’amore un bel po’ sofferte e sdolcinate, consigliato pienamente!

Annunci
Romanzi

Ciò che inferno non è

Ciò che inferno non è di Alessandro D’Avenia.

Il libro racconta la storia romanzata di Padre Pino Puglisi dal punto di vista di un ragazzo diciassettenne, amante dei libri e indeciso su cosa fare durante l’estate appena arrivata. Attraverso l’incontro con questo grande personaggio, Federico si affaccerà al malfamato quartiere di Palermo, ritornerà a casa senza bici e con un labbro spaccato, ma con una nuova curiosa prospettiva per la sua vita.

Tutti coloro che hanno letto questo libro me l’hanno presentato come un capolavoro, e l’idea in sé del romanzo è molto interessante: non è una vera e propria biografia, ma un racconto dell’effetto che faceva l’incontro con Pino Puglisi, come cambiavano le persone stando insieme a lui.

Non è un racconto adatto a chi disprezza il modo di scrivere romantico e smielato di D’Avenia, che si ferma in ogni particolare dettaglio rendendolo sdolcinatamente poetico.

cioc3.jpg

Romanzi

Freddo dentro

Freddo dentro di Marco Andreolli.

La storia racconta di due ragazzi completamente diversi: uno è un borghese figlio di una ricca famiglia milanese, l’altro un montanaro che aiuta i suoi genitori a gestire un albergo. La loro amicizia comincerà un po’ forzatamente all’inizio di una vacanza in montagna, poi si svilupperà attorno ai drammi e alle vicende di ognuno di loro: con la Grande Guerra sembra che le vite dei due non si riagganceranno mai, ma basta un fischio per permettere ai due di riconoscersi, il richiamo d’infanzia tra bombardamenti e sparatorie: la sorprendente fine del romanzo lascia di stucco, e forse anche un po’ di amaro in bocca.

Romanzo sulla Prima Guerra Mondiale stupendo, perché racconta di un’amicizia utile in ogni suo aspetto e che non abbandona mai. In realtà non è completamente centrato su ciò che succede sul campo militare come il libro Niente di nuovo sul fronte occidentale, ma raccontando la vita dei protagonisti riesce anche a spiegare le dinamiche dei vari movimenti pro e contro l’entrare in guerra dell’Italia.

freddo-dentro-andreolli-w_1

Fantascienza

Maze Runner

Maze Runner di James Dashner.

Il libro, che in italiano è intitolato anche Il labirinto, è un romanzo distopico post-apocalittico in cui la società manda dei ragazzi in un labirinto, fornendo loro un luogo sicuro e delle provviste. Ogni mese si aggiunge un nuovo arrivato: la storia inizia con l’arrivo di Thomas, il protagonista, che si deve ambientare nella piccola società che il gruppo di ragazzi ha creato. Tutto va avanti come di norma, ma ad un certo punto ecco la chiave di svolta del libro: l’ultima arrivata al labirinto è la prima ragazza, Teresa, che sconvolgerà tutti gli schemi e risveglierà in Thomas e negli altri l’istinto di scappare.

Proprio bello! Molto avvincente e misterioso, nella storia verranno svelati passo dopo passo tutti i segreti del labirinto, senza che il filo racconto faccia una piega. Consigliatissimo!

L’unico problema è che in realtà sarebbe seguito da altri due libri: io mi sono letteralmente spoilerata il finale di tutta la trilogia, e dato che non mi andava a genio, beh… mi sono fermata a metà del secondo libro. Comunque, gli altri due libri sono La fuga e La rivelazione.

 

Romanzi

Mi vestirò da angelo

La nonna racconta in terza persona la storia di Laura, una bambina che a sei anni muore nel dolore di un’atroce malattia.

Questo libricino di massimo cento pagine non ha niente a che vedere con il resto delle letture del blog, non è scritto bene, non è avvincente: quasi non l’ho letto di mia spontanea volontà. Ho voluto riportarlo però perché colpisce: snocciolando via tutti i riferimenti religiosi e le preghiere della nonna, si intravede la grande forza umana di una bambina nel dolore. Come può resistere così serena di fronte alla malattia, una piccola con a mala pena sei anni di età?

A mio parere, l’educazione incide fino a un certo punto i genitori e la nonna le hanno insegnato a pregare e le hanno tramandato la fede, forse, ma non importa: ciò che mi interessa evidenziare è il grande spirito con cui la piccola Laura ha affrontato la sua grande difficoltà che pian piano le impediva di muoversi, di vedere, le sfigurava il viso, non le permetteva di accarezzare il suo fratellino.

Forse è un po’ inusuale come libro e come recensione, facilmente può scandalizzare, ma sicuramente insegna e colpisce molto di più di qualsiasi altra storia che racconta di una malattia, in contrasto con Colpa delle stelle.

Romanzi

Colpa delle stelle

Colpa delle stelle di John Green.

La protagonista ha un tumore ai polmoni e si ritrova costretta dai genitori a frequentare un gruppo di supporto: lì si innamora di un ragazzo che è riuscito a guarire da un cancro alle ossa anni prima, amputandosi una gamba.

Dalla trama molto corta si capisce che non mi è affatto piaciuto: per molte lettrici starei dicendo una blasfemia, ma in realtà i romanzetti tristissimi e sdolcinati, con inclusa una fine deludente e strappalacrime, per me è difficile ritenerli libri. Penso proprio che sarà il primo e ultimo libro di John Green recensito in questo blog!

clpok.jpg

Romanzi storici

Niente di nuovo sul fronte occidentale

Niente di nuovo sul fronte occidentale di Erich Maria Remarque.

Il libro è un romanzo storico della prima guerra mondiale, racconta la storia di un ragazzo che viene convinto dai professori del liceo ad arruolarsi insieme ai suoi amici. Il suo è un processo di formazione interiore che lo porterà a vivere tra il terrore dei bombardamenti e la perdita dei compagni, e che infine gli permetterà di concludere la sua vita in modo sereno.

Romanzo stupendo, un po’ triste a volte, ma carico di emozioni: Remarque racconta l’esperienza della Prima Guerra Mondiale in modo drammatico e commovente nei panni di ragazzi inesperti, disarmati di fronte alla vita. Eppure, la fine coglierà di sorpresa i lettori, come lo ha fatto con me.

Se desiderate leggere il libro in formato pdf o epub, scrivetemi!