Informazioni

Questo blog è il mio angolino virtuale, non pretende molto: è il posto in cui immagazzino tutti i libri che leggo e dove ci rifletto su. E’ la mia piccola auto-imposizione che mi permette di leggere per davvero: è facile scorrere le pagine senza farsi scalfire da ciò che è scritto, per pigrizia o difesa morale, ma finché un libro non lo si analizza non ci si va a fondo davvero.

Dal 2 agosto 2017 il blog mi aiuta a fare questo: per scrivere le recensioni dovevo cominciare ad approfondire la mia lettura, altrimenti non avrei avuto niente da dire. Per questo banale motivo ho iniziato a studiarmi i libri che leggo, distinguendo gli stili degli scrittori, gustandomi quelle particolari parole scritte lì al momento giusto. Però, il vero segreto sta alla fine della lettura, nel momento in cui riprendo tutto il libro e ripercorro collegamenti e messaggi, cercando di arrivare al vero nocciolo della storia.

Ora non riesco più a fare a meno di leggere così: se non prendo, capovolgo e seziono la storia di un libro per me è acqua che passa.

Un giorno di vacanza come tanti altri mi è balenata nella mente un’idea del tutto particolare… perché non fare un blog?

Sono anni che prima di leggere un libro mi tuffo in un mare di blog e recensioni, per capire se davvero quel libro potrebbe piacermi o per scoprire se finisce bene o male senza spoilerarmi da sola l’intero libro. Per questo, ho deciso di inventarmi un blog su due piedi: mi piace l’idea di condividere il mio giudizio con altri lettori e dare loro la possibilità di consigliarmi su nuove letture.

Estratto dal primo articolo del blog, 3 agosto 2017

 

Annunci